Presidio del Melone Retato di Calvenzano

Sin dalla nascita della nostra Condotta (2010) la storia del melone retato ha tenuto un posto di primo piano nella progettualità.

E’ una storia che testimonia il valore dell’agricoltura in questo territorio, lo spessore della ricchezza di biodiversità di tutta quella stagione storica a cavallo del ‘900, il ruolo primario esercitato dall’agricoltura nella vita e nella cultura materiale delle nostre comunità.
Il “retato di Calvenzano” è un melone molto particolare dalla forma allungata, dal peso considerevole (dai 2 ai 5 Kg. e oltre) e dalla tipica scorza rugosa detta appunto “rete” o “ricamo”.

Storicamente il melone è stato importantissimo per Calvenzano e ha avuto il suo massimo splendore negli anni ‘20 e ‘30; vi fu un periodo in cui veniva consumato nei più importanti ristoranti di Parigi.
Negli anni ‘30 è stato consegnato alla residenza estiva dei reali d’Inghilterra che alla Cooperativa, secondo testimonianze di soci produttori di meloni, fecero avere un certificato di stima.
Il declino della coltivazione e del commercio del melone negli anni ’60, fino al suo abbandono di fronte al “nuovo” corso dell’agricoltura meccanizzata e dell’industria agroalimentare, era proseguito per alcuni decenni, finché  grazie all’impegno e alla passione di un gruppo di soci della Cooperativa agricola di Calvenzano si è riusciti a preservare i semi del melone e a riavviare, seppur in scala piccola e hobbistica, la coltivazione del pregiato melone e ad organizzarne la “rinascita” e il rilancio contestualmente alla commercializzazione di alcuni prodotti di trasformazione (marmellata, liquore, polpa per gelato e successivamente anche mostarda e senapata) che hanno trovato una buona risposta sul mercato.

La Condotta è impegnata attivamente nella valorizzazione del PRESIDIO melone retato di Calvenzano, un obiettivo perseguito e alla fine conseguito con tenacia e che ci impegna nella programmazione e gestione delle attività di difesa e sviluppo di questo prodotto storico del nostro territorio
A tal fine stiamo dando vita alla Comunità del cibo del Melone retato quale strumento indispensabile per definire strategie e impegni operativi, dalle fasi produttive alla trasformazione e valorizzazione del prodotto, programmando parimenti la definizione e organizzazione di  eventi annuali (Sagra del melone retato e festa del Presidio, concorso ricette e promozione sugli chef amici), in collaborazione con gli Enti territoriali  (Comune, Cooperativa Agricola di Calvenzano, Proloco, …).
Slow Food in particolare promuoverà la partecipazione del Presidio Melone retato agli eventi nazionali di Slow Food (Salone del gusto e Cheese in primis).