Sabato 5 dicembre terzo appuntamento con il mercato cittadino dei produttori organizzato da Slow Food Bassa Bergamasca, con il patrocinio del Comune di Treviglio, con la partecipazione dell’Istituto ABF e l’adesione della Proloco e di Legambiente. 

Sarà l’occasione giusta per celebrare il TERRA MADRE DAY 2020, la ricorrenza che ogni anno, a inizio dicembre, Slow Food organizza in Italia e nel mondo con centinaia di eventi per festeggiare il cibo locale “buono, pulito e giusto”, per promuovere la biodiversità alimentare, le produzioni e i metodi di consumo sostenibili, i progetti di educazione del gusto e per mettere in contatto i produttori con i consumatori.
Come di consueto il mercato si terrà dalle ore 8 alle 13 nell’area su viale Partigiano adiacente a piazza Setti, nel rispetto delle normative anti Covid-19.
Anche per questa terza edizione sarà presente un gruppo di produttori che assicurano una gamma completa di prodotti “buoni puliti e giusti”, per la gran parte provenienti dalla Gera d’Adda come: il pane del forno di Tilde da Castel Cerreto; i formaggi di capra della Vialattea di Brignano; i grani dell’azienda 15 pertiche da Castel Cerreto; la birra Sguaraunda da Pagazzano; il miele di Luce dell’alveare di Treviglio; la verdura e la frutta di Ridibio e Vegeta di Calvenzano; i trasformati dal melone di Calvenzano, presidio Slow Food; le lumache della Chiocciola Gourmet di Treviglio; le farine e le confetture di Giovanni Fontana di Calvenzano;  i vini bergamaschi di Angelo Pecis da San Paolo d’Argon; il topinambur coltivato a Fontanella; l’artemisia biologica di Lucia Nervi di Cenate Sopra. Ma anche con la presenza di alcuni produttori provenienti dai territori limitrofi come i salumi e le carni di Corte Maggi di Borgo San Giacomo nel bresciano; il pollo ruspante dell’azienda agricola Cordioli di San Giorgio in Salici (VR); i formaggi di alpeggio dell’azienda Prestello di Blenno e le mele della Valcamonica; lo zafferano di Prima Zafferano di Isola Pescaroli (CR).

Avremo anche quali graditi ospiti d’eccezione gli agrumi siciliani (arance, clementine e limoni) coltivati da un gruppo di agricoltori di Ribera nell’agrigentino.

Saranno inoltre di nuovo presenti i ragazzi dell’Istituto di formazione professionale ABF che prepareranno per l’occasione un risotto cucinato sul posto con le verdure del mercato e che potrà essere degustato a partire dalle ore 11.00 accompagnato da un buon rosso bergamasco.
Con questa terza edizione si concluderà la fase sperimentale del Mercato che, visti i buoni risultati, a partire dal primo sabato di febbraio 2021 prenderà la sua veste definitiva di “Mercato della Terra” di Treviglio e Gera d’Adda, mercato dei produttori locali di piccola scala, gli artigiani del cibo secondo la filosofia e i criteri di Slow Food.

 Prossimo appuntamento quindi sabato 6 febbraio 2021!!!